I metalli o leghe degli impianti possono creare rischi alla salute?

Gentile Signore gli impianti dentali oggi maggiormente in uso si compongono di Titanio, un metallo non nobile, protetto da uno strato passivato biologicamente inerte composto da biossido di Titanio (TiO2), ossido di Titanio (TiO), pentossido di Titanio (TiO5) e contaminanti in piccole quantità. Il biossido di Titanio è predominante, conferisce al Titanio un’altissima resistenza alla corrosione ed è uno dei fattori decisivi per l’osteointegrabilità del Titanio. In base a tali caratteristiche il Titanio è considerato materiale ad altissimo livello di biocompatibilità e non comporta rischi per la salute.