Controllo autonomo sull’igiene orale

Salve!! Volevo sapere come effettuare un controllo io stesso di un adeguata igiene orale. È possibile verificarla a grandi linee da soli? E se si come? Distinti saluti Luca

Gentile Signore, la Sua è una domanda interessante che può avere più risposte, che proviamo a sintetizzare in quanto segue. La bocca è un organo "esterno", nel senso che essa è esposta a continue contaminazioni a causa della tante funzioni alle quali deve provvedere (masticatoria; digestiva; fonetica; relazionale). Ciò significa che, a causa delle contaminazioni che avvengono all'interno della bocca ,siano esse di origine batterica, virale, traumatica o per abitudini viziate(es: alcool; fumo) ,in essa possono insorgere vari tipi di patologie, alcune semplici da individuare, altre molto complesse, per la prevenzione delle quali è opportuno un costante monitoraggio. La particolarità della bocca è che essa è facilmente ispezionabile, per cui è semplice evidenziare i primi sintomi di una patologia e intervenire come opportuno. Le basi di una autodiagnosi in odontoiatria possono essere grossolanamente le seguenti : presenza o meno di sanguinamento, o dietro pressione o spontaneamente, proveniente dalle gengive; sensibilità dentale; cambio del colore, o della forma, o dello spessore in qualche area delle mucose delle guance o della lingua. Ma abbiamo volutamente usato il termine "grossolanamente" perchè l'unica vera misura efficace di prevenzione odontoiatrica è una visita odontoiatrica ogni 6 mesi.