Trattamento canalare

Buona sera, scrivo perché in seguito ad un opt effettuata per motivi diversi è emersa la presenza di un granuloma collocato sotto ad un molare precedentemente devitalizzato "in parte" (uno dei 2 canaletti sembra non essere stato ripulito). Attualmente il granuloma è asintomatico. Dal dentista mi è stato proposto un intervento che prevede l'estrazione del dente,un innesto osseo e successivamente un impianto. Il dentista a cui mi rivolgo ha escluso altre merolologie di intervento e non ha voluto parlarne. A mio avviso l'intervento è molto invasivo, quello che volevo chiedere è se vi è la possibilità (eventualmente cambiando specialista) di intervenire sul problema mantenendo il dente originale, Che dalla devitalizzazione non mi ha mai più dato problemi apparentemente. Chiedo se L estrazione con innesti osseo sia L'unico modo di intervenire al problema o se vi sono metodi meno invasivi. Resto in attesa Ringrazio

Da quanto ci riferisce se vi è un granuloma all’apice di una delle radici di un dente devitalizzato la soluzione terapeutica migliore è il ritrattamento canalare della o delle radici interessate al fine di poter eliminare il granuloma. Solo nel caso non vi siano le condizione al suo ritrattamento l’unica soluzione rimane l’estrazione dell’elemento dentario con la sostituzione mediante un impianto endoosseo e corona.