Come intervenire su un granuloma

Mi è stato riscontrato un granuloma. Il dentista mi ha proposto di togliere il dente (ormai cariato) e ripulire l'infezione. Mi ha detto che l'intervento è abbastanza lungo, l'anestesia locale dovrebbe durare un 40/60 minuti. E' la prima anestesia della mia vita, ci sono rischi particolari? Conviene fare l'intervento in ospedale?

L’estrazione di un dente è certamente una cosa seria e di sicuro il suo dentista è in grado di eseguirla nel suo studio privato. Se ha diagnosticato un granuloma e ritiene opportuno estrarre il dente, dopo averlo estratto, curetterà l'alveolo (la cavità ossea dove si trova la radice dentale) al fine da rimuovere tutto il tessuto di granulazione residuo che ha determinato la reazione infiammatoria. Se non ha mai avuto reazioni allergiche a qualsivoglia medicinale o materiale d'altra natura non credo che debba avere alcun timore nel sottoporsi all'anestesia locale. In caso contrario lo faccia presente al suo dentista in modo da permettergli di scegliere il tipo di anestesia compatibile con il suo stato clinico. Anche dal punto di vista dell’iniezione non si preoccupi. Oggi gli strumenti utilizzati dal dentista sono assolutamente indolore.