Periodontite apicale cronica

Buonasera, dopo visita di controllo e pulizia dal mio nuovo dentista, tramite radiografia mi trova al molare anni fa devitalizzato, non da lui, infezione cervicale radice mesiale, per ora silente, con piccola caria sempre sullo stesso dente. Lui mi propone estrazione del dente, poichè molto provato ( secondo lui) per ora mi dice che non c'è fretta, poichè non facendomi male, vuole rivedermi tra qualche mese, la mia domanda e' questa: esistono altre vie da seguire secondo Voi? Lui non mi ha dato antibiotici poichè se non c'è ascesso e non fa male è inutile somministrarmi antibiotici. Aspetto vostre notizie e risposte grazie

Egregio Signore quanto da Lei riferito può essere dovuto alla diagnosi di "periodontite apicale cronica" ,cioè uno stato infiammatorio cronico intorno alla base della radice dentale dovuto alla presenza di una infezione intraradicolare legata ad una insufficiente rimozione di materiale batterico nella precedente terapia endodontica da Lei eseguita. Le soluzioni a tale patologia possono essere : -) il ritrattamento endodontico,cioè la ripetizione della terapia endodontica già eseguita. Nella gran parte dei casi ciò è possibile ed è in grado di consentire la guarigione dell'infiammazione cronica. Limite alla possibilità di intervento è la presenza di perni metallici intraradicolari o la presenza all'interno delle radici di frammenti fratturati degli strumenti endodontici al tempo usati per la realizzazione delle terapie. -) la apicectomia della racie,cioè un piccolo intervento chirurgico che ha l'obbiettivo di tagliare ed asportare la parte terminale della radice dentale sede dell'infiammazione cronica- -) l'estrazione del dente interessato dalla infiammazione cronica. Di solito la scelta su quale terapia seguire ricade sul ritrattamento endodontico,che è in grado di risolvere il problema e consentire il mantenimento del dente senza ulteriori disagi. La terapia antibiotica non è da sola in grado di consentire la guarigione della infiammazione.