Ricostruzione protesica del dente per prevenire la frattura della corona dentale

Vorrei sottoporvi un quesito che mi tormenta: ho 39 anni e denti piuttosto sani (regolare pulizia igiene ogni 6 mesi) con solo due otturazione ai due molari arcata inferiore per carie di diversi anni fa. Uno di questi molari si è' scheggiata ad inizio anno senza che mi accorgessi e senza provocare alcun fastidio (solo la lingua percepiva il punto laterale interno). Sono ricorso al dentista per prudenza il quale ha constatato la rottura e rimosso anche la vecchia otturazione in parte smossa. Al momento di pulire il dente per poi otturare nuovamente ha intravisto un puntino profondo di contatto col nervo e con un piccolo aghino ha verificato il contatto che ho subito avvertito. Diagnosi: devitalizzazione prima di otturare nuovamente. Domanda: e' la devitalizzazione l'unico metodo essendo il vano da otturare profondo perché si arriva appunto al nervo ma interessa anche solo il 50% forse il 40% del dente che per il resto e' sano e pulito. Si può evitare di devitalizzarono o occorre procedere cmq in questa operazione? Gradirei conoscere il suo parere per capire se sto intraprendendo la soluzione giusta per questo dente compromesso ma sostanzialmente ancora buono. Grazie Jacopo

Egregio Signore, la esposizione della polpa dentaria, anche se parziale, richiede il trattamento che il Suo dentista Le ha suggerito. Consideri inoltre che, di seguito al trattamento endodontico, sarà opportuno procedere alla ricostruzione protesica del dente interessato per prevenire la frattura della corona dentale.