Somministrazione del fluoro nella prevenzione delle carie

Ho un bimbo di 6 mesi e la pediatra mi ha consigliato di somministrare 4 gocce di fluoro al giorno. Vorrei sapere se il fluoro è nocivo, avendo letto articoli a riguardo in cui si dice che il fluoro, non solo favorirebbe la carie e provocherebbe danni alle ossa, ma anche danni neurologici provocando deficit cognitivi nel bambino.

La fluoroprofilassi è una procedura fondamentale nella prevenzione della carie dentale. Il Fluoro assunto per via orale come integrazione alla alimentazione ("fluoroprofilssi sistemica",quindi quello che Lei sta in questo periodo somministrando a suo figlio) agisce rinforzando le strutture dello smalto dentale dei denti permanenti che già in questa fase della vita iniziano a formarsi. E' importante tuttavia sapere che l'integrazione nei primi due anni di vita non deve superare la dose di 0,25 mg al giorno, e che spesso la assunzione di tale quantità di fluoro si raggiunge con le concentrazioni di questo normalmente presenti nella alimentazione e nella acqua potabile utilizzata. Per evitare il rischio di sovradosaggi è quindi raccomandato avviare la somministrazione di fluoro sistemico a partire dai due anni di vita del bambino. (rif: Linee guida sulla prevenzione orale del Ministero della Salute) . Dai due anni in poi la fluoroprofilassi sistemica sarà da regolamentare in base a parametri di dosaggio quotidiano che il Suo dentista potrà certamente consigliarLe valutando le caratteristiche della dieta del bambino (alcuni alimenti e bevande contengono fluoro in concentrazioni maggiori di altre) e avendo altresì note le concentrazioni di fluoro nelle acque potabili della sua zona di residenza. Dai 6 anni in poi assume maggiore importanza la fluoroprofilassi "topica" , cioè quella realizzata tramite l'uso di paste dentifricie, avendo cura di scegliere i prodotti contenenti le adeguate concentrazioni di fluoro per le età infantili.